Lappatura

La lappatura (o lapping in inglese) è un’operazione meccanica che si esegue su una superficie metallica, ceramica o vetrosa, per rendere minima la sua rugosità; utilizzando appropriati abrasivi è possibile portare le superfici a specchio.

Nel campo della meccanica di precisione, la lappatura viene eseguita sugli acciai dopo il trattamento di tempra, soprattutto per la costruzione di stampi per materie plastiche quando si vogliono ottenere prodotti molto lucidi e trasparenti come una caraffa per l’acqua o il faro di un’auto, oppure per stampi per la produzione di articoli casalinghi che si possano facilmente lavare sia a mano che in lavastoviglie. La superficie trattata dello stampo in acciaio è ottenuta con carte vetrate o smeriglio di grana finissima, vedi materiali usati indicati sopra (polvere di diamanti, carburo di silicio, ecc.). La lappatura negli stampi di materie plastiche è molto faticosa perché viene fatta solitamente a mano perché si passa dall’uso di carte vetrate a grana grossa dopo la lavorazione della matrice o punzone della macchina utensile (fresatura, elettroerosione ecc.) e man mano si usano grane sempre più fini per poi usare i prodotti citati sopra. La lappatura viene utilizzata anche nella gioielleria e viene eseguita solitamente a mano oppure con spazzole rotanti di feltro a seconda degli oggetti da lappare

Fonte Wikipedia